Crea sito

Euphorbia enormis

  1. Origine e Habitat: Sudafrica, Pietersburg (provincia settentrionale) e Lydenburg (Mpumalanga).
    Habitat: terreni sabbiosi secchi, a 800 metri sul livello del mare.
    Descrizione: Euphorbia enormis è un arbusto spinoso succulento nano con un grande pseudo caudice obconico o simile a una carota, cioè “radice grassa” che si dirama a livello del terreno per formare un ciuffo di verde succulento a 4 ali contorto. È monoeco avere parti sia maschili (parte centrale) che femminile (lati) sulla stessa ciaia.
    Stelo principale (portainnesto): sepolto nel terreno, che si fonde con la radice carnosa del rubinetto, fino a 10 cm di diametro. Dal punto di crescita centrale, il portainnesto produce numerosi rami affollati che formano un cespuglio piuttosto irregolare e irregolare. Nella coltivazione, il sistema tuberoso delle radici può essere esposto come caudice.
    Rami: sub-eretti, clavati o più o meno ristretti in segmenti oblunghi, a 4 angolazioni fino a 20-45 (70) cm di lunghezza (più lunghi in ombra), 20-25 mm di spessore, verde scuro con segni sfumati biancastri. Margini alati, dentellati irregolarmente con denti più o meno prominenti a 1 cm di distanza, con i denti più grandi raccolti sulle parti più dilatate dei rami.
    Foglie: abbastanza rudimentali, lunghe 0,2-0,8 mm, larghe 0,5-1,5 mm, trasversali, troncate, spesso rappresentate da una linea in rilievo.
    Schermi della colonna vertebrale: allungati, che si estendono sopra le spine agli occhi in fiore e sotto di loro in punti acuti, ma non formano un margine corneo continuo agli angoli.
    Spine: Divergenti lunghe fino a 8 mm, grigie all’apice del dente.
    Spine spinulari: lunghe fino a 2 mm o talvolta abbastanza rudimentali vicino all’occhio in fiore.
    Inflorescenze (cime): semplice, o ridotta a singolo cyathia, subsessile. Come nel relativo Euphorbia tortirama e Euforbia clavigera . la cima che è solitaria da ogni occhio in fiore porta 3 cyathia, i 2 laterali essendo bisessuali.
    Fiori (cyathia): fino a 12 mm di diametro. Ghiandole del nettare oblunghe, di colore verde-giallastro, commoventi;
    Frutto: volutamente lobata, fino a 12 mm di diametro, sessile.
    Semi: ovali, circa 4,5 x 4,25 mm, lisci.
    Terriccio usare una miscela di terriccio con prevalenza di inerti (lapillo, pomice, ghiaia, marna sabbia grossolana, cocci triturati) in estate va messo all’aperto con sole del mattino.
    Innaffiture: Attenzione quando si procede ad annaffiare, meglio se si procedere ad innaffiare dal basso e fatto scolare l’acqua in eccesso.