Crea sito

Euphorbia obesa

  1. Provenienza: Africa del Sud. E’ una specie endemica , che si trova a Kendrew, una piccola area della Grande Karroo, regione del Capo Nord del Sud Africa, nel distretto di Graaff-Reinet.
    Coltivazione: facile, stare attenti alle innafiature e aggiungere sabbia nella composta per rendere il terreno drenante e non solo lapillo, marna, pomice può essere molto utile alla composizione di una miscela corretta
    Descrizione: Succulenta globosa di colore verge-grigio-giallo (solo le piante adulte hanno portamento colonnare). Sono ben visibili 8 coste ben delineate al centro e verticalmente rimangono i segni delle fioriture. Spine del tutto assenti.
    Fiore: Fiori vistosi sferici all’apice della pianta, quelli femminili se impollinati quando diventano maturi sembrano capsule che esplodono lanciando i semi stessi anche a vari metri di distanza dalla pianta. Questo fa si che in natura la pianta si propaghi uniformemente nel territorio. Per i coltivatori è opportuno utilizzare una retina a maglia fine per la raccolta dei semi stessi.
    Temperatura: minima di 5°C, max 40°C.
    Esposizione al sole: mezz’ombra – ombra . Se oiste al sole assumono un colore molto scuro e quindi necessario evitare sole diretto
    Bisogni irrigazione: Annaffiare da aprile a settembre solo quando terriccio completamente asciutto e mai quando la temperatura minima scende sotto i 10 gradi.
    Propagazione: per seme o per polloni laterali
    Se la propagazione viene da seme occorre seminare durante la primavera o l’estate. La germinazione avviene entro 3 settimane , ma può anche essere riprodotta per talea (se possibile). La fioritura può essere raggiunta entro 5-8 anni.
    Fare molto attenzione alle innaffiature, non bisogno mai esagerare, può essere soggetta a marciume.
    Ultimamente sono comparsi in commercio piante che hanno fiori maschili e femminili, in genere la pianta ha solo un solo sesso, o maschile o femminile.