Crea sito

Euphorbia spiralis

  1. Euphorbia spiralis” è endemica dello Yemen, in particolare l’isola di Soccotra. Soccotra è una delle quattro isole in un arcipelago situato nel Golfo sud-orientale di Aden, nell’Oceano Indiano. È la più grande delle isole, con una superficie di 3.600 chilometri. Sparsi e spazzati dal vento, l’isola sorge dal livello del mare a 700 metri.
    Le piante a spirale sono succulente sulla maggior parte dei Soccotra, con popolazioni pesanti su parti esposte degli altipiani calcarei trovati sull’isola. Se visitano l’isola, vengono visti per la prima volta sulla ghiaia e sulle pianure di pietra della prima grande zona vegetativa verso l’interno dal mare (Rhind). Euph. spiralis è l’unica succulenta a spirale trovata sull’isola. È stato nominato da Edward Balfour (probabilmente nel 1850) basato sulla sua osservazione della spirale dei suoi steli.
    Nell’habitat nativo, Euphorbia spiralis cresce ad altezze di 0,16 a 0,31 m. I suoi steli sono piccoli da globo acolonnari e di colore grigio-verde. Mentre le piante che di solito vediamo hanno costole a spirale, le costole possono essere diritte (Bramwell). La visualizzazione di piante e immagini vive suggerisce che la spirale può essere sia in senso orario che antiorario. Le foglie sono piccole e decidue con una consistenza coriacea. Il periodo di crescita attiva delle piante è in tarda primavera nei mesi estivi.
    FIORI: I peduncoli dei fiori (steli) sono lunghi e persistenti con il tempo di fioritura primaverile che si verifica a dicembre nell’emisfero australe. I fiori sono di colore verde chiaro e unisessuali, generalmente ridotti e raggruppati in pseudanthia (capolini) chiamati ciazii.
    Ogni testa di fiore consiste di fiori sia maschili che femminili, con i fiori maschili che superano le femmine. I fiori femminili portano pistilli in tre parti situati sopra le ovaie. In genere, i fiori femminili producono tre o più semi.
    L’Euphoriba spiralis è una delle molte specie vegetali che sono state sottoposte all’aridità. I cambiamenti climatici hanno costretto le piante a tollerare una riduzione della fornitura d’acqua per molti anni. Di conseguenza, le piante sono identificate come resistenti alla siccità.
    Conosciuto anche come spurge a spirale, hanno ricevuto il il nome spurge dal francese “espurge” (per spurgare) perché un tempo, la linfa diEuph. spiralis era usata come purgante. L’Euph spiralis ama avere il pieno sole durante il periodo di crescita e quando è in dormienza desidera luce parzialmente luminosa. Tuttavia, sono piuttosto resistenti al freddo. Si dice che preferiscano un pH tra 6.1 e 7.8.