Crea sito

Monadenium

  1. dalla pubblicazione di Albert Pritchard “Monadenium”
    Parente stretto di Euphorbiail genere Monadenium fu introdotto da F. Pax e descritto nel Botanische Jahrbucher fur Systematik 19: 126-127 figg A-G (1894), in relazione ad una pianta raccolta dieci anni prima nell’Africa Orientale Tedesca dall’esploratore G.A. Fischer alla quale dede mome Monadenium coccineum.
    il nome Monadenium significa “Ghiandola Singola” in riferimento alla particolare struttura del ciazio. Questo consiste di un piccolo involucro a forma di coppa con un incavo o un incisione sull’orlo, attorno al quale si trova una singola ghiandola ispessita, o nettario, a forma di ferri di cavallo – a differenza delle euhorbie, che hanno quattro o cinque ghiandole. Due brattee circondano il ciazio e si uniscono di solito dietro al nettario, fatta eccezione per l’incavo, esse sono fuse qttorno all’orlo, tanto da dare al ciazio un’ apparenza zigomorfa. In talune specie le brattee sono grandi e molto colorate. Il ciazio contiene un fiore femminile che sporge piegandosidall’apertura della ghiandola, più fiori maschili, di solito cinque. Si tratta dunque di piante monoiche. Il ciazio è inizialmente solitario, ma gradualmente si sviluppa fino a formare un infirescenza di cime dicitomiche ramificate. Una cima può essere formata dal ciazio originale, apicale, più ciazi laterali. Alcune rare specie (per esempio M.coccineum e M. magnificum) presentano cime maggiormente ramificate. Il colore del ciazio, combinazione del colore dell’ovario e delle brattee, può variare dal bianco, al rosa/rosso, giallo-verde pallido. il periodo di fioritura va dalla primavera, all’estate, autunn, Molte specie presentano belle foglie grandi e carnose, con attrenti marcature, che spuntano dall’apice vegetativo o lungo i fianchi del fusto, a seconda della specie. le foglie sono decidue e spesso lasciano la cicatrice al momento della caduta. Il genere comprende specie arborre come M. spinescens e M. arborescens, specie arbustive come M. ellembecki e M. magnificum, oltre numerose specie molto succulente come M. guenther, M. ritchei ….. e altre che presentano un apparato radicale ispessito (caudiciformi) come M.arambachoides.
    Tutti i Monadenium, come le Euphorbia, sono prvisti di linfa lattiginosa, irritante e velenosa, quindi devono essere manipolati con certa attenzione. molte specie descritte non si trovano normalmente nelle collezioni, nè sono di solito in vendita presso i vivai, anche se possono essere talvolta reperite presso rivenditori specializzati.